mercoledì 15 marzo 2006

Ne abbiamo gia parlato Ciccio. Io non dubito (non troppo, almeno) della umana capacita di comprendere. La ragione umana ha senza dubbio il suo modo speciale di farlo. Sono certo che sia un comprendere che funziona e che e' buono a sufficienza per l'azione o ci saremmo estinti da un pezzo. Per cui il dubbio non mi immobilizza, mi fa solo piu' prudente.

Ne' dubito che esistano verita'; o almeno non dubito che esistano errori dimostrabili, paralogismi, dati male raccolti, illusioni dei sensi che si distinguono da sensazioni utilizzabili. Ma dubito un po' della "realta' oggettiva". Quella mi sembra francamente un eccesso di semplificazione.

Dubito delle certezze. Null'altro. Ho paura di chi, per agire, analizza il reale con troppa sicurezza di se'.

Alcuni strumenti di comprensione della realta' ci danno prospettive piu' ricche di altri. Tu avrai le tue opinioni su quelli che ti sembrano migliori. Io ho le mie. E ciascuno con la sua prospettiva agiamo poi tutti, piu' o meno bene.

Che Dio ce la mandi buona.

3 commenti:

ciccio ha detto...

sempre che dio esista...

Vittore ha detto...

Sempre che Dio esista...

elle ha detto...

io dico che sei unico:)
con o senza errori, con o senza visioni oggettive... un bacio