giovedì 7 dicembre 2006

Buona Speranza

È come quando navighi oltre un capo e sai già cosa ti aspetta. L’acqua del mare sembra tranquilla. Nonostante la logica, ti sembra che non cambierà.

Passi il capo, il mare si gonfia e inizi a pensare: cosa faccio? Chi sono?

Già: l’ABC della filosofia popolare. Il trionfo dell’ingenuità. Ma quel boccaporto sarà chiuso? Ho rizzato tutto giù in cabina?

Chi sei? Sei un ciclista, fratello mio! Come tutti.

Che cosa fai? ...

3 commenti:

Paola ha detto...

La battuta nasce spontanea, ma te la risparmio.
Invece ti dico, e sono convinta che te lo hanno già detto in molti, che Speranza è splendida.

Ti mando saluti e auguri anche da parte dei "vecchi" colleghi rimasti a scuola e della petit che quest'anno si può de3dicare a tempo pieno alle sue nipotine.

Effe ha detto...

e sappiamo che ci sono salite dure, ma anche tratti distesi e felici.
Anche questo è un viaggio, è vero, e la patente non la si acquisice, definitivamente, mai

Anonimo ha detto...

coraggio!!! è solo l'inizio!! cristina