lunedì 2 ottobre 2006

Calama

Ho un’altra barca, 24 piedi, un cabinato a vela di mezzo secolo fa pagato 2000 dollari australiani, qualcosa come 1300 euro. Un altro “catorcio” secondo la tassonomia di mio fratello Mauro.

Così posso vedere se davvero so fare, e quanto.

In questo fine settimana sono andato su e giù per il fiume, in mezzo ad un traffico di quelli che ci sono solo nelle baie australiane nei fine settimana di pimavera: vele ovunque, file di barche a motore che alzano onde, regate che si incrociano di barche che si distinguono solo per una bandieraappesa allo strallo di poppa. DA SOLO! Una mano (o un ginocchio) alla barra del timone, una mano alla randa ed una al fiocco, attenzione tesa, muscoli tesi... tutto teso. Fatica che trapassa le mie forze, preoccupazione, manovre sbagliate.

Così posso provare, provare, provare con calma cosa davvero significano le regoline che si imparano, posso sbagliare senza essere corretto se non dalla mia ragione, posso vedere questa randa un po’ più o un po’ meno cazzata che cosa mi fa. Magari saranno 2000 dollari spesi bene.

3 commenti:

Paola ha detto...

A quando un bel tatuaggio?
:-)

Anonimo ha detto...

Hai vergogna a pubblicare una foto?

Mauro

Vittore ha detto...

No, no... adesso la vado a fare :-)