domenica 9 dicembre 2007

2 mani

Per non nutrire dicerie (c’è chi ha detto che se sono diventato un marinaio, devo essere Capitan Uncino), vi informo con soddisfazione che la mia mano sta benissimo.
Vi informo anche (con meno soddisfazione) che mi ero proprio spaventato.
La via all’indurimento progressivo del mio corpo e della mia anima è lunga e faticosa. Che Dio protegga un po’ tutti e, tra gli ultimi, anche me.

3 commenti:

ile ha detto...

Ma ciao Vittore...quanto tempo...e come sono cambiate le cose..ti lascio dietro una scrivania...e mi ritrovo a leggere che stavi per perdere una mano....mi fa piacere sentirti...spero tu stia bene....ti abbraccio ile(sempre la tua stagista)

Effe ha detto...

niente di strano
per lavorare sull'anima
occore procedere a colpi di martello sul corpo
(comunque, due mani son meglio di una, è da preferire il criterio conservativo)

cristina ha detto...

Ma dai, addirittura Capitan Uncino! Spero tu stia bene e stai più attento, mi raccomando.