sabato 25 marzo 2006

Sunrise

E' mattina. Le sei di mattina. Oggi sarà bello, bellissimo, ho guardato le carte del Bureau of Meteorology, ma ora, in questo istante, non sembra più estate. L'aria è brusca come il frutto della passione, con solo un po' della sua dolcezza.

E questo mare, quieto come il sonno, mi sorprende sempre con spasimi improvvisi. Solo ieri l'acqua era così immobilmente ferma che pareva una lastra, un'unica colata di specchi.

Ma sotto, le rocce aspettano un filo di brezza per ruggire e fare schiuma e grida.

E i mari della vita sono tanti.

1 commento:

terry ha detto...

E OGGI PIù DI SEMPRE vorrei essere lì a godere con te di questo mare... grazie.